Navigation

Sottufficiale condannato per aver violentato soldatessa

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 aprile 2012 - 17:16
(Keystone-ATS)

Un sottufficiale è stato condannato in appello a 22 mesi di carcere sospesi condizionalmente dalla giustizia militare per aver violentato una soldatessa nel 2008 durante un corso di ripetizione in una caserma della Svizzera tedesca. Il militare aveva fatto ricorso contro una sentenza di primo grado più severa.

Il Tribunale militare d'appello 1 ha anche degradato il sottufficiale al rango di soldato, ha indicato all'ats Martina Hugentobler, portavoce dell'Ufficio dell'Uditore in capo confermando una notizia pubblicata oggi dalla "Tribune de Genève" e da "24heures". La sentenza è stata emessa il 23 marzo al castello di Rolle (VD).

Durante un'udienza a porte chiuse il tribunale ha ammesso una responsabilità penale leggermente scemata perché l'imputato era sotto l'effetto dell'alcool al momento dei fatti, ha precisato la portavoce. In prima istanza, l'anno scorso, l'uomo era stato condannato a 24 mesi di cui sei da scontare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?