È stato arrestato nella regione spagnola di Murcia il pedofilo Daniel Galván Viña, 60 anni, al quale il re de Marocco, Mohamed VI, aveva concesso per errore la grazia e poi gliel'aveva revocata. Lo ha reso noto il ministero degli interno spagnolo, specificando che Galván Viña sarà posto a disposizione dell'autorità giudiziaria nazionale.

Intanto, un comunicato del gabinetto reale diffuso dall'agenzia giornalistica statale marocchina MAP rende noto che Mohamed VI ha ordinato la destituzione del direttore dell'Amministrazione penitenziaria, imputandogli la scarcerazione del pedofilo spagnolo, in libertà dopo avere ottenuto l'indulto reale.

Il 30 luglio, in occasione della festa del trono del Marocco, il re annunciò la grazia per 48 detenuti spagnoli. Fra di loro figurava anche Daniel Galván Viña, per il quale vi era una richiesta di estradizione avanzata mesi prima dal ministero della Giustizia spagnolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.