Navigation

Spagna: continuano proteste e scioperi contro tagli

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2012 - 17:36
(Keystone-ATS)

Continuano a Madrid le proteste dei dipendenti pubblici contro i tagli delle tredicesime contenuti nella maxi-stangata da 65 miliardi approvata dal governo spagnolo.

Concentrazioni e blocchi stradali volanti sono stati effettuati da lavoratori degli ospedali La Paz, Gregorio Maranon e Ramon y Cajal, e cortei di protesta hanno interessato, ieri ed oggi, alcune delle arterie centrali della Capitale, come la Castellana, la Gran Via e Puerta del Sol, informano fonti del sindacato della funzione pubblica Csif. Perfino i lavoratori del Palazzo del Governo della Moncloa hanno manifestato ripetutamente negli ultimi giorni davanti alla sede dell'esecutivo.

Per frenare le proteste, il governo ha avvertito i funzionari che sono tenuti a dare preavviso e chiedere autorizzazione scritta per qualunque mobilitazione in orario di lavoro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?