Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il genero del re di Spagna, Inaki Urdangarin, ha negato oggi al giudice qualsiasi coinvolgimento della Casa reale nell'attività dell'istituto Noos, del quale era presidente, al centro di un'inchiesta per presunta appropriazione indebita di cinque milioni di euro di fondi pubblici ottenuti per realizzare "Valencia summit" dal 2004 al 2006. Ha anche negato di aver commesso irregolarità.

Oggi, per quattro ore, Urdangarin ha controreplicato al giudice e a quattro pubblici ministeri a tutte le accuse che gli vengono rivolte sia dai magistrati sia dal suo ex socio, e con lui imputato nell'inchiesta, Pedro Torres.

È stata la seconda deposizione di Urdangarin, dopo quella del 25 febbraio 2012. Stavolta, però, fuori dal palazzo di giustizia di Palma di Maiorca, circa 300 persone lo hanno atteso per manifestare contro la monarchia e a favore della repubblica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS