Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Al quarto giorno dello sciopero a tempo indefinito indetto dai lavoratori delle pulizie contro i pesanti tagli del personale, Madrid è irriconoscibile: cumuli di immondizia agli angoli delle strada, marciapiedi invasi da cartacce e rifiuti, contenitori stracolmi e una cinquantina di cassonetti bruciati.

Allo sciopero, convocato dai sindacati Ugt, CcOOo e Fcc, aderisce la totalità dei 6000 lavoratori per protestare contro i 1135 licenziamenti annunciati da tre delle quattro imprese che hanno in appalto il servizio di raccolta.

Secondo fonti sindacali, sono stati fatti finora scarsi passi in avanti al tavolo di trattative convocato dalla controparte.

La polizia municipale, informano fonti comunali, rafforzerà nel fine settimana i controlli anti 'bottellon', per impedire i raduni di giovani che bevono alcolici in strada ed evitare che i quartieri si inondino di ulteriore spazzatura.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS