Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MADRID - L'analisi che ha portato Moody's ad abbassare il rating della Spagna da AAA a AA1 è stata "troppo pessimistica", ha detto a Madrid il segretario di stato all'economia Josè Manuel Campa.
Secondo l'esponente del governo del premier José Luis Zapatero l'agenzia di rating si è basata su stime a medio termine che non coincidono con quelle dell'esecutivo di Madrid, in particolare prevedendo una crescita nel 2011 solo dell'1%.
In dichiarazioni all'agenzia Efe, Campa ha anche aggiunto che per raggiungere l'obiettivo di una riduzione del deficit al 3% per il 2013 il governo spagnolo prenderà misure aggiuntive.
La vicepremier Maria Teresa de la Vega si è dichiarata fiduciosa in una intervista alla radio Cadena Ser che Moody's ripristini rapidamente il voto AAA sul debito spagnolo, che "non avrebbe mai dovuto abbassare". "Le agenzie di rating funzionano come funzionano, non sempre indovinano" ha aggiunto.
Per il capo dell'opposizione Mariano Rajoy invece il declassamento deciso da Moody's conferma la "mancanza di credibilità" del governo Zapatero: "la Spagna ha bisogno di una iniezione di fiducia, ma è evidente che questo governo è incapace di dargliela". Il leader del Partido Popular ha auspicato elezioni anticipate prima della scadenza naturale del 2012.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS