Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Se si votasse oggi in Spagna, il conservatore Partido Popular vincerebbe le elezioni, con il 27,3% dei voti, mentre il partito di sinistra Podemos si attesterebbe al secondo posto (23,9%) superando il Partido Socialista Obrero Español (Psoe), fermo al 22% dei consensi.

È lo scenario che emerge dall'ultimo sondaggio dello statale Centro di ricerche sociologiche (Cis), realizzato fra il 2 e il 12 gennaio scorsi, in concomitanza dell'attentato alla rivista Charlie Hebdo di Parigi.

Al quarto posto si attesta la coalizione di sinistra Izquierda Unida (IU), con il 5,2% dei voti, seguita dal partito costituzionalista Union Progreso y Democracia (UPyD), con il 4,6% dei consensi.

Ciudadans, il partito centrista catalano, al suo esordio sul territorio nazionale conquista il 3,1% dei voti, superando Convergencia i Union, al governo della Catalogna (3%); i repubblicani indipendentisti di Esquerra republicana de Catalunya (1,6%) e il Partido Nacionalista Vasco (0,7%).

In intenzione diretta di voto, il partito 'anti-casta' di Pablo Iglesias si colloca come prima forza politica (19,3%), seguito dal PP (12,9%) e dal Psoe (12,4%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS