Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MADRID - Il primo sciopero settoriale dell'era Zapatero si è chiuso oggi con una guerra di cifre tra i sindacati, che assicurano di aver mobilitato il 75% dei circa 2,5 milioni di impiegati pubblici, ed il governo, che limita la protesta solo all'11,85% del personale dell'amministrazione centrale.Il primo sciopero settoriale dell'era Zapatero si è chiuso oggi con una guerra di cifre tra i sindacati, che assicurano di aver mobilitato il 75% dei circa 2,5 milioni di impiegati pubblici, ed il governo, che limita la protesta solo all'11,85% del personale dell'amministrazione centrale.
I lavoratori, che sono scesi in piazza contro il taglio medio del 5% dei loro stipendi dettato dal governo all'interno del piano di austerity, si sono sentiti dire che "lo sciopero ha avuto una portata limitata" dalla segretaria di stato per la Funzione Pubblica, Consuelo Rumì.
"Se il governo vuole confondere l'opinione pubblica affermando che ha scioperato solo l'11% dei funzionari faccia pure - è stata la risposta del segretario generale di Comisiones Obreras, Ignacio Toxo -, ma noi prendiamo atto della risposta dei lavoratori, avvenuta in un ambiente ostile e in un clima di criminalizzazione del settore pubblico", ha aggiunto.

SDA-ATS