Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non siamo la cassa di risparmi del Governo, che la crisi la paghino i colpevoli". Con slogan come questo i lavoratori statali di Madrid hanno manifestato di nuovo, come ormai fanno quotidianamente da due settimane, il loro malessere per le misure adottate dal governo centrale.

Oggi la protesta, rapida e spontanea, è arrivata davanti alla sede del Partido Popular, dopo aver tagliato arterie principali della capitale come il Paseo de la Castellana. Alle proteste per i tagli si aggiungono anche quelle per l'aumento dell'IVA, come evidenziava il cartello portato da una ragazza, lavoratrice nei servizi sociali, davanti alla sede del partito di governo: "stessa IVA per pannolini e Yacht di lusso?".

I dati sulla disoccupazione diffusi oggi dall'Istituto Nazionale di Statistica evidenziano che dopo le misure prese dal Governo - e per la prima volta dal 2008 - la perdita di posti di lavoro si concentra nel settore pubblico, con un crollo del 5,5% su base annua.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS