Navigation

Spagna: stop all'happy hour a Ibiza e Maiorca

Finito l'era del turismo alcolico a Ibiza e Maiorca. KEYSTONE/TI-PRESS/SAMUEL GOLAY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 gennaio 2020 - 11:01
(Keystone-ATS)

Giro di vite sulla vendita di alcolici in tre delle località più frequentate di Ibiza e Maiorca.

Le autorità locali delle due isole Baleari hanno, infatti, deciso di vietare l'happy hour e i tour dei pub organizzati - i cosidetti 'pub crawl' importati dalla Gran Bretagna - per mettere un freno al fenomeno del 'turismo alcolico'.

Lo riporta El Pais. Si tratta, dicono le autorità locali, della prima legge del genere in Europa.

Da ora in avanti i locali a Playa de Palma e Magaluf (Maiorca) e Sant Antoni (Ibiza) che infrangeranno la legge rischiano di pagare una multa fino a 600.000 euro e la chiusura per tre anni. Le nuove norme prevedono inoltre che i negozi che vendono alcol restino chiusi dalle 21 alle 8 e che siano eliminati tutti i distributori automatici di bevande alcoliche.

Vietato anche il 'balconing', la folle pratica di buttarsi dalla finestra o dal balcone di un albergo per centrare una piscina sottostante che, negli ultimi anni, ha mietuto diverse vittime fra i turisti, per lo più molto giovani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.