Navigation

Sparatoria liceo Seattle; il killer pianificò l'attacco

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2014 - 09:06
(Keystone-ATS)

Aveva pensato a tutto Jaylen Fryberg, il killer di Seattle. Ha inviato sms ai cinque compagni, tra cui un cugino, chiedendo loro di incontrarli nella caffetteria della Marysville-Pilchuck High School. Poi si è avvicinato al loro tavolo e ha aperto il fuoco sorprendendoli alle spalle. Alla fine si è tolto la vita. Nella sparatoria sono morte due compagne mentre altri tre sono ricoverati in gravi condizioni.

Il liceale ha agito con la freddezza di un killer quella maledetta mattina di venerdì: in base a quanto ha rivelato la polizia di Seattle, il 14enne aveva pianificato l'attacco a scuola, probabilmente per una delusione d'amore. Secondo alcune informazioni, non confermate dalla polizia, avrebbe mirato per uccidere una delle ragazze perché colpevole di averlo respinto, scegliendo il cugino.

Nella sparatoria sono morte Zoe Galasso e Gia Soriano, entrambe di 14 anni. Altri due ragazzi, Shaylee Chuckulnaskit e Andrew Fryberg, sono gravi condizioni mentre un terzo liceale, Andrew Fryberg, è in condizioni stazionarie.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?