Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - È pronto a partire per la base di lancio della Nasa a Cape Canaveral (Florida), lo strumento destinato ad andare in cerca di antimateria e materia oscura nello spazio. Si chiama Ams (Alpha Magnetic Spectrometer) e si trova adesso nell'aeroporto di Ginevra Cointrin, dopo aver superato gli ultimi, decisivi, test nei laboratori del Cern.
Domani mattina partirà per il Kennedy Space Center a bordo del cargo C5M Super Galaxy dell'Aeronautica militare statunitense, appena arrivato dall'Afghanistan. Lo strumento, pesante 7 tonnellate e delle dimensioni di 4 metri per 5, è già imballato all'interno del gigantesco aereo, pronto per il decollo previsto alle 7 di domani mattina.
La missione, presentata oggi a Ginevra in una conferenza stampa organizzata dal Cern, è una delle imprese scientifiche più ambiziose mai organizzate a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Costato 1,2 miliardi di euro, il rivelatore è stato realizzato grazie ad una collaborazione internazionale che ha coinvolto oltre 500 ricercatori di 16 Paesi. Una collaborazione poco tipica delle imprese spaziali e molto più familiare alla fisica delle particelle, ha rilevato oggi nella conferenza stampa il Nobel Samuel Ting, del Cern, che coordina l'esperimento.
Ams sarà installato all'esterno della Stazione Spaziale Internazionale, che raggiungerà nel febbraio del 2011 con l'ultimo, storico volo dello shuttle. L'obiettivo ambizioso del progetto è rispondere ad alcune delle domande cruciali della fisica: capire che fine ha fatto l'antimateria e che cos'è la materia oscura, ossia la materia invisibile che costituisce il 23% dell'universo (mentre la materia visibile, quella di cui sono fatti stelle, pianeti ed esseri viventi, è pari ad appena il 4%). Ting si è detto sicuro che Ams riuscirà a trovare le risposte e si spera, ha aggiunto, che riuscirà a scoprire anche qualcosa di imprevisto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS