Navigation

Spazio: ultimi preparativi a 2 giorni dal lancio astronauti da Usa

La base di lancio KEYSTONE/AP/Chris O'Meara sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 maggio 2020 - 13:00
(Keystone-ATS)

A Cape Canaveral ultimi preparativi a due giorni dal lancio di Crew Dragon della Space X, che sarà il primo volo con equipaggio dal suolo americano dal 2011.

Attesa per il nome della navetta, che sarà rivelato dagli astronauti Doug Hurley e Bob Behnken solo nel giorno della partenza. "Dobbiamo creare un po' di suspense fino al lancio", ha osservato Behnken.

La tradizione degli astronauti che scelgono il nome delle capsule risale al programma Mercury, quando Alan Shepard, il primo americano nello spazio nel maggio 1961, chiamò la capsula Freedom 7. "Siamo onorati di continuare questa tradizione", ha detto Hurley.

Famosi i nomi che gli astronauti della missione Apollo 11 scelsero per il modulo di comando e per quello lunare, Columbia e Eagle. E proprio Buzz Aldrin, che scese sulla Luna a bordo dell'Eagle con Neil Armstrong, ha pubblicato su Twitter la foto di Hurley e Behnken, scrivendo "Questo riporta alla mente grandi ricordi! Continuate così".

Intanto la Nasa terrà oggi 25 maggio l'ultima riunione prima della missione, nella quale saranno ricontrollati tutti i dettagli del lancio. Nel frattempo il satellite WorldView-3 della società americana Maxar ha fotografato dallo spazio il razzo Falcon 9 con in cima la capsula della Space X, sulla rampa di lancio della base di Cape Canaveral, in Florida.

Secondo Maxar, le immagini sono state scattate mentre il 23 maggio Behnken e Hurley erano sul sito di lancio per una prova generale del grande giorno. Durante la prova, i due astronauti che indossavano le loro tute spaziali hanno raggiunto la rampa di lancio a bordo di una Tesla Model X e sono entrati nella capsula per esercitarsi sulle attività del lancio che li porterà sulla Stazione Spaziale.

I due astronauti sono veterani dello spazio. Entrambi sono stati selezionati nel corpo astronauti della Nasa nel 2000 e hanno volato in due missioni dello Shuttle. Behnken ha voluto con lo shuttle Endeavour, nel 2008 e nel 2010, mentre Hurley ha volato nel 2009 con l'Endeavour e nel 2011 con l'Atlantis nell'ultima missione dello Shuttle.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.