Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Dichiarazione di Berna (DB), organizzazione non governativa per uno sviluppo solidale, chiede al Consiglio federale che in futuro le sperimentazioni di medicamenti soddisfino dei minimi standard etici, anche se i test sono effettuati all'estero. Per sensibilizzare la popolazione è stata lanciata oggi una campagna.

Sempre più spesso le sperimentazioni di medicamenti vengono effettuate su persone di Paesi in via di sviluppo e Paesi emergenti, critica la DB in un comunicato. In Cina lo stesso test costa tre volte meno che negli Usa e, per mancanza di controlli statali, i tempi sono assai più corti.

La crescente esternalizzazione della attività in Paesi con controlli ridotti secondo la DB aumenta di pari passo il pericolo che gli standard etici internazionali non vengano rispettati.

Per l'osservanza di queste norme l'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic svolge un ruolo chiave. La mancanza di trasparenza porta però a non identificare i medicamenti le cui sperimentazioni sono state effettuate all'estero una volta che i farmaci vengono autorizzati in Svizzera.

La DB chiede dunque che il mandato federale di Swissmedic in futuro comprenda anche per i test effettuati all'estero "una verifica sistematica degli standard etici". Altrimenti gli interessati saranno esposti a rilevanti rischi per la loro salute e il settore farmaceutico svizzero potrebbe veder danneggiata la sua reputazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS