Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono 110 i palestinesi feriti o intossicati negli incidenti avvenuti questa mattina sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme. Lo riporta l'agenzia palestinese Maan.

Secondo il presidente della Mezzaluna Rossa la maggior parte sono "casi di soffocamento" per i lacrimogeni, mentre 20 dei feriti sono stati trasferiti in ospedale.

La Maan nel suo sito in arabo precisa che tra i feriti tre hanno lesioni al petto e uno alla testa. Nella ricostruzione degli incidenti apparsa sull'agenzia Maan si riferisce che gli scontri sono avvenuti tra le forze israeliane e i giovani palestinesi, dopo "la chiusura delle mosche da parte dell'occupazione e l'imposizione di restrizioni... per garantire le incursioni dei coloni per celebrare il Capodanno ebraico".

La Maan ha poi citato testimoni secondo i quali "le forze israeliane hanno assaltato la Moschea di Al-Aqsa lanciando pallottole di gomme rivestite di acciaio e granate assordanti e ferendo molti fedeli".

Secondo testimoni, le forze israeliane hanno assaltato la Spianata delle Moschee attraverso la Porta della Catena e quella dei Marocchini subito dopo la preghiera dell'alba.

Le stesse forze hanno accerchiato i fedeli all'interno della Moschea di Al-Aqsa e chiuso le porte con 'catene e spranghe', subito dopo hanno cominciato a lanciare le pallottole all'interno della Moschea".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS