Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

COLOMBO - Un militante del Partito nazionale unito (Unp), che sostiene in Sri Lanka la candidatura presidenziale dell'ex generale Sarath Fonseka, è stato ucciso a colpi di spranga ieri sera a Ambakadawala, nello Sri Lanka nord-occidentale. Lo riferiscono oggi i media cingalesi.
L'uomo, scrive il quotidiano Sunday Times nella sua pagina on line, era intento ad affiggere insieme ad altri compagni manifesti di sostegno a Fonseka, quando è stato attaccato da un gruppo di sconosciuti giunti sul posto a bordo di moto.
E' la terza vittima in gennaio delle violenze politiche in vista delle elezioni presidenziali del 26 gennaio, in cui il presidente Mahinda Rajapaksa cerca una riconferma.
Sabato un membro dell'Alleanza per la libertà del popolo unito (Upfa), che sostiene il capo dello Stato, è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco a Madurankuliya (nord-ovest del paese), mentre una donna che si trovava a bordo di un autobus di sostenitori di Fonseka è stata uccisa il 12 gennaio scorso a Tangalle, nel distretto sud-orientale di Hambantota.
Il portavoce presidenziale Chandrapala Liyanage ha detto che Rajapaksa ha manifestato dolore per le vittime e chiesto alla polizia di rafforzare la sicurezza su tutto il territorio nazionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS