Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Starrag Group nel 2014 ha visto il proprio utile netto progredire del 7% rispetto all'anno precedente, a 14,4 milioni di franchi. L'evoluzione è stata possibile grazie a tassi d'imposizione più bassi, secondo il fabbricante sangallese di macchine utensili.

L'utile operativo (EBIT) si è attestato a un milione di franchi, in leggero aumento rispetto al 2013, si legge in un comunicato odierno. Starrag aveva già comunicato a fine gennaio un giro d'affari in lieve crescita (+0.6%) a 393 milioni di franchi. Corretta dagli effetti di cambio, la progressione arrivava all'1,5%.

Le entrate di ordinazioni hanno segnato un calo del 4,1% a 407 milioni di franchi (-3,3% in valute locali).

Seppur inquieta per la decisione della Banca nazionale svizzera di revocare il tasso di cambio minimo per l'euro, Starrag si era detto meno toccata dalla misura rispetto ad altri attori del ramo in quanto solo un quarto del suo giro d'affari è generato dagli impianti elvetici e le forniture provengono per lo più da paesi dell'Eurozona.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS