Navigation

Start: Biden, Usa in pericolo se non c'è ratifica in 2010

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 novembre 2010 - 07:33
(Keystone-ATS)

NEW YORK - Gli Usa saranno in pericolo se non verrà ratificato l'accordo Start Usa-Russia sul disarmo nucleare entro il 2010: lo sostiene il vicepresidente Usa Joe Biden.
In una dichiarazione diffusa poco dopo la presa di posizione dei repubblicani contrari ad una ratifica immediata, Biden scrive che senza entrata in vigore del Trattato, "non ci saranno più americani sul terreno per ispezionare le attività nucleari della Russia, nessun regime di verifica per seguire l'arsenale nucleare strategico della Russia e meno cooperazione tra i due paesi che possiedono il 90 per cento delle armi nucleari mondiali".
A pochi giorni da un vertice Nato-Russia, sabato a Lisbona, per il presidente Usa Barack Obama incontrare il suo collega russo Dmitri Medvedev senza la garanzia di una ratifica rapida sarebbe decisamente imbarazzante, essendo una delle priorità parlamentari tracciate dall'inquilino della Casa Bianca.
Nella sua dichiarazione Biden, un ex senatore che è stato presidente della commissione esteri, ricorda che la ratifica ha l'appoggio bipartisan di personalità come gli ex segretari di Stato repubblicani George Shultz, James Baker, Henry Kissinger, Colin Powell.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?