Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I terroristi dello Stato islamico (Is) in Siria "espongono deliberatamente i bambini alla violenza" e cercano di indottrinarli. Lo ha denunciato oggi la Commissione Onu di inchiesta sulla Siria. "I bambini sono invitati ad assistere alle esecuzioni e poi ad aggirarsi tra i cadaveri crocifissi nelle piazze. L'indottrinamento dei bambini è una priorità dell'Isis", ha detto il presidente della Commissione Paulo Sergio Pinheiro presentando l'ultimo aggiornamento sui crimini commessi nel conflitto in Siria al Consiglio Onu sui diritti umani, riunito in sessione a Ginevra.

"Non ho più parole per descrivere la gravità dei crimini commessi in Siria. Mentre il numero delle vittime continua a crescere, le loro storie e le loro sofferenze sembrano sempre più soffocate dalla grandezza della tragedia", ha detto Pinheiro.

Nel documento, la Commissione ha riportato dodici testimonianze di vittime di violazioni e crimini su un totale di 3.200 raccolte dalla Commissione dal 2011. Presentate in modo anonimo, le testimonianze vanno da quella di un giornalista torturato dalle forze governative e poi dallo Stato islamico a quella di un medico che ha curato vittime di barili-bomba.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS