Navigation

Stazioni sciistiche: buona l'affluenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 gennaio 2012 - 15:51
(Keystone-ATS)

Buona l'affluenza nei centri invernali durante le festività di fine anno, grazie anche alla neve caduta abbondante. Frédéric Füssenich, direttore del settore turistico di Engelberg-Titlis, ha detto che i clienti hanno voluto "concedersi qualcosa", senza badare troppo al portamonete.

Durante il Natale gli hotel della stazione obvaldese non erano al completo, ma per Capodanno si è registrato il tutto esaurito e anche la prima settimana del 2012 si annuncia promettente.

Gstaad, nell'Oberland bernese, ha fatto sapere che oltre la metà degli alberghi hanno registrato un giro d'affari uguale o in crescita rispetto allo scorso anno, mentre circa un quarto ha subito un leggero calo.

La regione grigionese di Flims, Laax e Falera, ha dal canto suo indicato di aver messo a segno il 28 dicembre scorso un record assoluto, con oltre 19 mila sciatori sulle piste.

Tendenza analoga, mercoledì scorso, a Leysin, nel canton Vaud: non sapevamo più dove mettere la gente, ha detto il direttore del locale ufficio turistico Pierre-Alain Morard: gli alberghi hanno registrato una buona affluenza di clienti e a Capodanno era praticamente impossibile trovare una camera libera.

Pure nella località di Villars (VD) la crisi economica si è fatta sentire solo marginalmente: gli hotel erano occupati nella misura del 75%/80%, percentuale che è salita negli ultimi giorni del 2011 al 90%. Numerosissimi gli sciatori: i ristoranti di montagna hanno così registrato l'affluenza più elevata degli ultimi dieci anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?