Tutte le notizie in breve

Fiori per le vittime

KEYSTONE/AP/MARKUS SCHREIBER

(sda-ats)

L'uomo arrestato in Svezia e principale sospettato per l'attacco a Stoccolma ha pubblicato in passato su Facebook materiale di propaganda dell'Isis e messo un 'mi piace' a una foto del massacro della maratona di Boston dell'aprile 2013.

Lo scrive il giornale svedese Aftonbladet in esclusiva. Il 39enne "non parlava mai di politica né di religione, ma solo di come guadagnare di più per mandare i soldi alla famiglia", racconta un conoscente. Il sospettato è padre di quattro figli e lavora in una azienda di costruzioni, secondo lo stesso quotidiano.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve