Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente Usa Donald Trump "è stato brusco" nella sua richiesta agli alleati di aumentare le spese militari, ma è "impegnato verso la Nato e la difesa collettiva". Lo ha detto ieri sera il segretario generale Jens Stoltenberg.

Stoltenberg ha smussato le polemiche per i toni usati dal presidente affermando che "gli Stati Uniti sono impegnati, non solo a parole ma con i fatti" visto che hanno deciso di aumentare del 40% le spese per le forze in Europa, ma "naturalmente si aspettano che vengano mantenute le promesse" fatte da tutti gli alleati nel summit del 2014 in Galles per riportare le spese militari al 2% del pil entro il 2024.

Frattanto, terminato il vertice a Bruxelles Trump è giunto a Sigonella, in Italia, per partecipare al vertice del G7 di Taormina. Al suo arrivo in Sicilia, Trump e la consorte Melania sono stati accolti dalle autorità italiane.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS