Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia turca ha arrestato due persone che poche ore prima della strage di Ankara avevano scritto su Twitter che ci sarebbe potuto essere un attacco bomba nella capitale turca. Le autorità sostengono che i due abbiano legami con il Pkk curdo.

Ieri Twitter avrebbe fornito le informazioni richieste dalla Turchia sugli indirizzi Ip legati a 3 account che nei loro messaggi avevano ipotizzato un attacco bomba ad Ankara poco prima che avvenisse.

Intanto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si è recato stamani sul luogo della strage per deporre fiori in memoria delle vittime. Erdogan è l'ultimo dei principali leader politici turchi ad andare sul posto. Tornando a parlare per la prima volta in pubblico dal giorno dell'attacco, ieri sera il capo dello Stato ha ammesso che potrebbero esserci state delle falle nella sicurezza, chiedendo però di attendere l'esito delle indagini prima di trarre conclusioni e chiedere eventuali dimissioni di pubblici ufficiali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS