Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Enrique Marquez, l'ex vicino di casa della coppia killer della strage di San Bernardino, è stato arrestato e incriminato con diversi capi d'accusa legati al terrorismo. Lo riferisce il Dipartimento di Giustizia Usa.

Le accuse si riferiscono al suo ruolo nel complotto terroristico organizzato con Syed Farook nel 2011 e nel 2012, mai portati a termine, all'acquisto illegale dei due fucili usati da Farook e dalla moglie, Tashreen Malik per compiere il massacro e frode all'immigrazione.

I federali hanno incriminato Marquez per aver fornito materiale - tra cui armi ed esplosivi - con l'obiettivo di compiere reati di terrorismo. Inoltre, avrebbe contratto un matrimonio finto con un membro della famiglia di Farook. Oltre ad aver acquistato le armi usate poi dalla coppia killer per uccidere 14 persone in un centro per disabili, Marquez comprò anche parte dello stesso materiale esplosivo trovato sul luogo della strage.

"Anche se non ci sono prove che Marquez abbia preso parte all'attacco del 2 dicembre o ne fosse al corrente, l'acquisto delle armi e il fatto di non aver avvertito le autorità sulle intenzioni di Farook di commettere un omicidio di massa ha avuto conseguenze fatali", ha detto l'avvocato per lo Stato, Eileen M. Decker.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS