Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Berna - Continua a crescere in Svizzera il numero di stranieri provenienti dai paesi dell'Unione europea e dell'AELS, ma a ritmo meno sostenuto rispetto a un anno fa.
A fine aprile l'effettivo della popolazione UE/AELS residente in modo permanente (almeno un anno, esclusi gli "asilanti", i funzionari internazionali, i diplomatici e i loro familiari) era di 1'076'540 persone, con un incremento del 3,3% rispetto alla fine di aprile 2009, quando il tasso di crescita annuale era stato del 5,4%. Questo rallentamento va ricondotto in prima linea alla congiuntura debole, scrive in una nota odierna l'Ufficio federale della migrazione (UFM).
A fine aprile 2010 vivevano in Svizzera complessivamente 1'692'568 stranieri (21,8% della popolazione totale), dei quali 85'717 residenti in Ticino (25,5%). Il numero di cittadini di Stati non membri dell'UE/AELS (616'028, ossia il 36,4% del totale) è aumentato dello 0,4% (+ 2'731 persone). Questa evoluzione - rileva l'UFM - rispecchia la politica migratoria del Consiglio federale ed è il risultato del sistema di autorizzazioni previsto dalla nuova legge sugli stranieri, che permette di reclutare soltanto manodopera particolarmente qualificata.
In ordine d'importanza, la progressione più netta dal 1. maggio 2009 al 30 aprile 2010 è data dai cittadini kosovari (+ 33'038), tedeschi (+ 14'470), portoghesi (+ 8'131), francesi (+ 4'548) e britannici (+ 2'110). L'aumento dei kosovari va ricondotto in prima linea al fatto che dal 17 febbraio 2008 il Kosovo è uno Stato indipendente per cui numerosi cittadini kosovari stabiliti in Svizzera si sono fatti registrare quali cittadini di tale Stato, mentre prima figuravano quali cittadini serbi. Questi ultimi sono così diminuiti di 36'810 unità.
Sono diminuiti anche i cittadini della Bosnia e Erzegovina (- 644), dello Sri Lanka (- 1'388), i croati (- 1'166) e gli italiani (- 1'125). Questi ultimi rimangono la principale comunità straniera della Svizzera, con 288'962 persone (17,1% della popolazione straniera complessiva), davanti ai tedeschi (254'192 o 15%) e ai portoghesi (208'342 o 12,3%). I cittadini del Kosovo sono 42'535 (2,5%).

SDA-ATS