Tutte le notizie in breve

I fautori dell'iniziativa festeggiano a Berna.

Keystone/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Sì al graduale abbandono del nucleare e alla promozione delle energie pulite a scapito di quelle fossili. Il popolo svizzero ha approvato oggi in votazione la prima fase di attuazione della Strategia energetica 2050. La quota dei favorevoli ha raggiunto il 58,2%.

In Ticino l'iniziativa è stata approvata dal 56,7% dei votanti, nei Grigioni dal 58,7%. Hanno votato contro solo i cantoni di Argovia, Svitto, Obvaldo e Glarona.

Il testo prevede l'applicazione a tappe di una serie di misure per ridurre il consumo di elettricità, aumentare l'efficienza energetica e promuovere la produzione da fonti rinnovabili. Contro la legge era stato lanciato un referendum dall'UDC, affiancata da alcuni esponenti politici di altri partiti borghesi e da alcune associazioni del mondo economico.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve