Navigation

Studio: chi dorme poco rischia di diventare grasso e malato

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2012 - 08:32
(Keystone-ATS)

Chi dorme troppo poco ha più fame e consuma meno calorie, ciò che aumenta il rischio di sovrappeso e di diabete: lo sostiene uno studio condotto da Manfred Hallschmid dell'università di Tübingen (Tubinga), cui hanno partecipato anche ricercatori svedesi e del centro Adipositas di Rorschach, nel canton San Gallo.

Gli studiosi hanno seguito in modo dettagliato un gruppo di persone, interrompendo fra l'altro il loro sonno in momenti diversi, si legge in un comunicato diramato in occasione di un convegno a Zurigo. È emerso che le persone più stanche avevano un senso di fame più accentuato e si muovevano meno. Il loro corpo consumava inoltre meno energia.

Al momento sono in corso altri studi per determinare se un aumento dei tempi di sonno possa aiutare a dimagrire. Ci vorrà comunque del tempo prima che una "terapia del dormire" possa essere impiegata per far fronte a problemi come obesità e diabete, mettono in guardia i ricercatori.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?