Navigation

Studio: dieta Dukan pericolosa e inefficace

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2011 - 19:36
(Keystone-ATS)

La famosa dieta Dukan, a base di proteine ingerite a volontà, ormai praticata da milioni di persone nel mondo per i suoi effetti 'immediatì e 'miracolosì - persino la principessa Kate l'avrebbe seguita per apparire filiforme il giorno delle nozze - non solo non funziona e i chili persi si riprendono tutti, ma è pericolosa per la salute. È l'allarme di uno studio dell'Anses, l'Autorithy francese della sicurezza alimentare, condotto tra 5.000 persone e pubblicato oggi.

"Il nostro studio dimostra che un anno dopo aver cominciato questa dieta, il 35% delle persone ha ripreso i chilogrammi persi. Dopo due anni sono il 64% a essere di nuovo ingrassate e dopo tre anni ben l'80%", ha spiegato Boris Hansel, endocrinolgo all'Ospedale parigino Pitiè-Salpetriere.

Secondo lui si dice molto "del successo di questo metodo e poco dei risultati sul breve, medio e lungo termine". Per non parlare degli effetti "nefasti" per la salute come "malattie cardiovascolari (diabete, ipertensione) e del fegato, disturbi del sonno, stitichezza e complicazioni ai reni". Il peso ripreso inoltre si concentra tutto sulla pancia: "è il grasso più pericoloso - continua il medico - perchè può causare malattie croniche".

"È una follia consigliare la dieta alle donne incinte - ammonisce anche Irene Margaritis, a capo dell'unità di valutazione dei rischi nutrizionali dell'Anses -. È un regime alimentare pericoloso per il bambino: la carenza di farinacei durante la gravidanza potrebbe portare a malformazioni gravissime della sua colonna vertebrale. E in età adulta rischia il diabete, l'ipertensione arteriosa, e potrebbe essere più predisposto all'obesità".

La dieta prende il nome dal suo inventore, il nutrizionista francese Pierre Dukan. I libri che inneggiano al suo metodo sono un vero e proprio successo editoriale: gli ultimi, 'Non riesco a dimagrirè, 'Il metodo Dukan illustratò e 'Le ricette Dukan', sono in testa alle classifiche dei libri più venduti oltralpe (4 milioni di copie), e sono già stati tradotti in 20 lingue.

Ecco la soluzione magica di Dukan: mangiare proteine "a volontà". Si dimagrirà, assicura, in modo incredibile e soprattutto in fretta. Per perdere peso bisognerà però seguire scrupolosamente quattro fasi: attacco, crociera, consolidamento e stabilizzazione.

Nella prima fase, della durata di 2-7 giorni, vengono eliminati carboidrati, frutta e verdura, basando tutta l'alimentazione appunto sulle proteine. Nella fase di crociera si alternano le proteine con le verdure, mentre nel consolidamento ritornano a tavola i carboidrati. Durante la stabilizzazione, si deve dedicare un giorno alla settimana a un'alimentazione basata solo su proteine.

Secondo lo studio la ripresa del peso perso per due persone su tre avviene proprio in quest'ultima fase: "La dieta non è sostenibile nel lungo termine perchè non corrisponde ai bisogni del nostro corpo - spiega Hansel -. All'inizio provoca euforia, ma poi le restrizioni non sono più gestibilì e provocano disturbi del comportamento alimentare".

Ma Dukan ribatte alle critiche: l'alimentazione che propone è "normale, sana e evita il sovrappeso". "L'Anses - dice il dietologo - punta il dito sui rischi delle diete, mentre noi medici valutiamo i pro e i contro: credo che il vero rischio sanitario siano il sovrappeso e l'obesità".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.