Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La buccia di banana permette di meglio comprendere e combattere il cancro della pelle.

Una équipe di ricercatori del Politecnico federale di Losanna (EPFL), sulla base delle sue osservazioni, ha sviluppato uno scanner in grado di eliminare le cellule malate, indica oggi in un comunicato l'istituto federale.

I ricercatori hanno studiato l'imbrunimento della buccia di banana, ossia le macchie scure che vi si formano con il trascorrere dei giorni. Responsabile del fenomeno è la tirosinasi, un enzima che controlla la produzione di melanina e svolge dunque un ruolo importante nella formazione dei melanomi.

Secondo i ricercatori, il livello di tirosinasi e la sua ripartizione sul corpo forniscono informazioni affidabili sulla malattia e lo sviluppo dei melanomi. È stato dunque messo a punto uno scanner che segnala sulla superficie della pelle la distribuzione e la quantità di tirosinasi.

L'obiettivo è di utilizzare lo strumento per identificare i tumori ed eliminarli. I primi test hanno dato risultati positivi, afferma il Politecnico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS