Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PRETORIA - Il Sudafrica rischia la paralisi, poco più di un mese dopo i Mondiali di calcio che hanno proiettato il Paese alla ribalta. Circa 1,3 milioni di lavoratori del settore pubblico sono da oggi in sciopero "ad oltranza": chiedono un aumento salariale dell'8,6% ed altre agevolazioni economiche. Lo riferiscono i media sudafricani.
Lo sciopero è stato proclamato ieri dalle principali organizzazioni sindacali, dopo l'interruzione della trattativa con il governo, che ha offerto un aumento del 7%.
Alla protesta aderiscono tutti i settori, compreso quello della Sanità, dove operano 72.000 lavoratori: in molti ospedali i lavoratori hanno impedito l'accesso delle ambulanze, dei medici, degli stessi pazienti.
In tutto il Paese si registrano episodi di intimidazione, da parte degli scioperanti che hanno organizzato picchetti davanti ai luoghi di lavoro per impedire ad altri lavoratori di entrare. Minacce e intimidazioni si registrano anche nei confronti dei dirigenti dei vari settori statali.
Il governo ha fatto appello alla calma, invitando i sindacati a vigilare perchè l'agitazione non registri escalation di nessun tipo. Intanto, il Paese è praticamente fermo. Bloccate anche le udienze della Corte Suprema previste per oggi, riferisce l'emittente News 24. La Camera di commercio e dell'industria del Sudafrica (Sacci) condanna lo sciopero e chiede una rapida soluzione, scrive il sudafricano Mail& 38;Guardian online. "Condanniamo il comportamento indisciplinato dei lavoratori, in particolare degli insegnanti che intimidiscono gli studenti a scuola", si legge in un comunicato della Sacci.
Il Congress of South African Trade Unions (Cosatu) e l'Independent Labour Caucus (ILC) hanno indetto ieri lo sciopero "a oltranza" dopo aver rifiutato al tavolo negoziale con il governo un aumento salariale del 7% a fronte dell'8,6% richiesto. "È il governo che ha deciso lo sciopero, con un'offerta che non potevamo accettare", tuonano le organizzazioni sindacali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS