Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I quattro principali gruppi di opposizione sudanese hanno siglato ieri ad Addis Abeba l'accordo sulla tabella di marcia per la pace e il dialogo che ha l'obiettivo di mettere fine a decenni di conflitti armati con il potere centrale.

Lo riferisce il sito del quotidiano Sudan Tribune.

Su Twitter l'Ufficio delle Nazioni unite per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha) ha lodato l'impegno dei movimenti nel mettere la parola fine ai conflitti nel Paese africano, che hanno provocato migliaia di morti.

A siglare l'accordo i rappresentanti del Justice and Equality Movement (Jem), il Sudan Liberation Movement-Minni Minnawi (Slm-Mm), il Sudan People's Liberation Movement-North (Splm-N) e il National Umma Party (Nup), alcuni dei quali avevano respinto a marzo l'intesa siglata invece dai rappresentanti di Khartoum.

I conflitti hanno riguardato il Darfur a nord-ovest del Paese, ma anche il Nilo Blu e il Sud Kordofan, regione petrolifera di frontiera.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS