Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Meriam Yahia Ibrahim Ishag, la ragazza cristiana condannata per apostasia e liberata ieri, è stata di nuovo arrestata in Sudan. L'avvocato della donna, Elshareef Ali Mohammed, ha riferito che la 27enne è stata portata in un centro di detenzione insieme ai figli e al marito, che ha insistito per accompagnarla. Lo riporta Nbc News.

Secondo il legale, che si trovava in aeroporto con Meriam, 50 membri delle forze speciali l'hanno arrestata durante un confronto acceso. Meriam voleva lasciare il paese. "Non so perché l'hanno arrestata", ha concluso l'avvocato.

SDA-ATS