Navigation

Sudan: Ue, Usa e Onu si congratulano per referendum

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 febbraio 2011 - 21:02
(Keystone-ATS)

L'Alto rappresentante per la politica estera dell'Unione europea, Catherine Ashton, ha giudicato l'esito del referendum nel Sud Sudan "un momento storico".

"L'Unione europea rispetta pienamente il risultato del referendum come espressione della volontà democraticamente espressa dal popolo del Sud Sudan", ha osservato la Ashton.

Da parte sua la segretaria di Stato americana Hillary Clinton si è felicitata con il governo sudanese per aver accettato i risultati, che aprono la via alla secessione. "Auspichiamo - ha detto - che i dirigenti sudisti e nordisti continuino a lavorare insieme in vista di un'applicazione completa" dell'accordo di pace del 2005 che ha portato al referendum.

Pure il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, ha accolto positivamente l'annuncio dei risultati del referendum, auspicando che i prossimi passi vengano fatti nello "stesso spirito di cooperazione".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo