Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

STOCCOLMA - È sotto interrogatorio da parte della polizia svedese il canadese di origini pachistane fermato oggi a bordo di un Boeing 777 pachistano, partito dal Canada e diretto in Pakistan. Il velivolo è stato fatto atterrare all'aeroporto di Stoccolma a causa di un allarme bomba.
L'uomo, ha detto la polizia, viene sospettato di possibile sabotaggio. "Nessuna sostanza pericolosa è stata trovata fino ad ora", ha detto il portavoce della polizia Kjell Lindgren, dopo che le ricerche sull'uomo non hanno dato esito, mentre proseguono quelle a bordo dell'aereo.
Stefan Radman, capo della speciale squadra di polizia sul posto, ha detto che l'uomo, sulla trentina, è stato portato alla stazione di polizia di Sollentuna, tra la capitale e l'aeroporto di Arlanda. La polizia sta interrogando anche i passeggeri e l'equipaggio.
L'allarme è stato dato dopo che una donna ha chiamato la polizia canadese da un telefono pubblico per avvertire che uno dei passeggeri portava dell'esplosivo. Il pilota dell'aereo, che in quel momento si trovava nello spazio aereo svedese, ha chiesto allora il permesso di atterrare a Stoccolma.
Il volo delle linee aeree pachistane Toronto Karachi aveva a bordo 243 passeggeri che sono scesi dall'aereo subito dopo l'atterraggio senza panico, mentre uomini della sicurezza avevano preso posizione intorno all'aereo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS