Navigation

Svizzera: Pil cresce dello 0,1% in quarto trimestre 2011

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 marzo 2012 - 10:50
(Keystone-ATS)

Rallentamento per l'economia svizzera negli ultimi tre mesi del 2011: tra ottobre e dicembre il prodotto interno lordo (Pil) è aumentato dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti. Nel terzo trimestre era stato registrato un +0,3%, nel secondo un +0,4%.

Impulsi sono giunti dagli investimenti, dalla domanda di consumo dei privati e dalla bilancia commerciale, precisa in una nota la Segreteria di Stato dell'economia (Seco). Rispetto al quarto trimestre del 2010, il Pil è in rialzo dell'1,3%.

Le cifre pubblicate oggi superano le attese. Gli esperti consultati dall'agenzia Reuters avevano pronosticato infatti un calo del Pil dello 0,2% da un trimestre all'altro e una progressione dello 0,9% su base annua.

I consumi privati sono aumentati dello 0,4% da un trimestre all'altro (+1% rispetto agli ultimi tre mesi del 2010). Gli investimenti in macchinari e impianti sono progrediti del 2,9% (+1,7%), quelli in costruzioni dell'1,9% (+2,1).

L'esportazione di beni (senza metalli e pietre preziose, oggetti d'arte e d'antiquariato) ha segnato un incremento del 2,8% (+5,7%), trascinate dal settore chimico-farmaceutico, dall'orologeria e dagli strumenti di precisione.

In flessione invece l'export di macchine e prodotti dell'elettronica. Per i servizi è stata rilevata invece una contrazione dello 0,7% (-11,7% rispetto agli ultimi tre mesi del 2010), sotto l'influsso fra l'altro del calo del turismo.

Per l'intero 2011, la Seco calcola in base alle prime stime un tasso di espansione dell'1,9%, contro il +2,7% messo a segno nel 2010.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?