Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera ha deciso di limitare l'importazione di carne proveniente dal Brasile dopo che 21 aziende sono sospettate di essere legate allo scandalo della carne avariata nel Paese sudamericano.

La restrizione concerne soltanto queste aziende, ha indicato all'ats un portavoce dell'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV). Un divieto generalizzato sarebbe una misura sproporzionata.

Complessivamente, secondo l'USAV che ha chiesto ai suoi servizi controlli severi e accurati, quattro aziende brasiliane - di cui tre hanno in passato esportato prodotti a base di carne anche in Svizzera - non possono più vendere questo tipo di merce all'Unione europea (Ue) e alla Svizzera.

Con una quota del 20% di importazioni, il Brasile risulta un importante fornitore di carne per la Svizzera. Secondo le autorità e i produttori di carne elvetici è tuttavia molto improbabile che carne avariata sia arrivata nei piatti dei consumatori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS