La Svizzera condanna fermamente l'assassinio di un giovane palestinese e il ricorso a violenze "da qualunque parte arrivino". Chiede inoltre che i giovani vengano preservati dalla violenza, attraverso misure preventive e il perseguimento giudiziario dei crimini commessi. Lo si legge in una presa di posizione odierna del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Il primo luglio il DFAE aveva già condannato fermamente l'assassinio di tre studenti israeliani e aveva esortato il governo israeliano e quello palestinese a riprendere i negoziati per giungere a una soluzione che porti pace e sicurezza alla popolazione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.