Navigation

Svizzera-India: presto accordo libero scambio

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 agosto 2011 - 17:07
(Keystone-ATS)

La Svizzera vuole concludere entro l'anno le discussioni sull'accordo di libero scambio con l'India. Le trattative sono a buon punto, ha dichiarato oggi la nuova direttrice della Segreteria di stato dell'economia (SECO), Marie-Gabrielle Ineichen-Fleisch, in una conferenza a Zurigo.

"Abbiamo già superato la prima fase", ha annunciato la responsabile della SECO. Ci sono state difficoltà nelle discussioni sulla liberalizzazione di alcuni settori dell'industria, come macchinari o chimica. Gli indiani erano contrari ad un'apertura eccessiva.

"Particolarmente difficili sono le trattative nell'ambito della proprietà intellettuale", ha detto Ineichen-Fleisch. Il miglioramento della protezione dei brevetti è un tema politico molto importante in India. Anche l'accesso di ingegneri indiani in Svizzera è ancora una questione con molti ostacoli. Nessun problema invece per quanto riguarda l'agricoltura.

Per la Svizzera sarebbe importante concludere un accordo con l'India prima dell'Unione europea, in modo da avere un certo vantaggio. L'unico problema è che la Svizzera probabilmente otterrebbe di meno, potendo esercitare una pressione inferiore. Sulla scia dell'Ue si potrebbero forse ottenere maggiori risultati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?