Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - La presidente della Confederazione Doris Leuthard è oggi a Bruxelles per una visita di lavoro. Le modalità per sviluppare la collaborazione fra Svizzera ed Unione europea saranno al centro dei colloqui.
Secondo l'UE, le relazioni fra Berna e Bruxelles dovrebbero diventare più dinamiche al fine soprattutto di rendere più facilmente gestibili gli oltre 120 accordi bilaterali. Questi ultimi sono ritenuti troppo statici e difficili da adattare alle modifiche del diritto europeo. L'UE non intende più soddisfare ogni desiderio particolare della la Svizzera, la quale dovrebbe riprendere automaticamente le norme europee.
Nel corso della sua visita la Leuthard incontrerà il presidente del Consiglio europeo Herman van Rompuy, il presidente della Commissione dell'UE José-Manuel Barroso, il commissario per il mercato interno e i servizi Michel Barnier nonché il nuovo commissario alla tassazione Algirdas Semeta.
Le discussioni con van Rompuy saranno incentrate sulle relazioni bilaterali e la crisi dell'euro. Con Barroso la presidente svizzera discuterà dello stato attuale degli accordi bilaterali e di questioni istituzionali e fiscali, mentre i colloqui con Barnier verteranno soprattutto sulla situazione del settore bancario e sulla riforma del sistema bancario.
Con Semeta dovrebbero perlomeno essere evocati l'ampliamento delle regole di tassazione sugli utili, la ripresa da parte della Confederazione del codice di comportamento UE sulla tassazione delle imprese e la controversia sulla tassazione cantonale delle holding.
L'ultima visita di un presidente della Confederazione a Bruxelles risale al 15 dicembre 2008, quando Pascal Couchepin incontrò il presidente Barroso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS