Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per tre quarti degli Svizzeri, l'automobile resta un mezzo di trasporto quotidiano indispensabile. La sua utilità si situa chiaramente al primo posto. È quanto emerge da un sondaggio realizzato dall'istituto demoscopico gfs.bern per conto di auto-svizzera, l'Associazione degli importatori elvetici di autovetture. Secondo le mille persone intervistate, l'ecologia deve invece essere redditizia.

Stando al barometro della mobilità reso pubblico oggi, nel 2012 l'auto è giudicata al primo rango in un'ottica di utilità e non di politica ambientale. Nel 2009, l'ecologia aveva un'importanza pari a quella della praticità.

La percezione che le auto sono meno inquinanti rispetto al passato è progredita di 10 punti percentuali rispetto al barometro del 2009: l'84% degli interrogati è infatti di questo parere.

La volontà di acquistare una macchina con deboli emissioni di CO2 e con un nuovo sistema di propulsione resta una preoccupazione maggiore rispettivamente per il 69% e il 58% degli Svizzeri. Tuttavia tali criteri sono in calo (di rispettivamente -8 e -10 punti percentuali).

I motori a benzina efficienti dal punto di vista energetico (89%, +5% rispetto al 2009) e quelli diesel (80%, +13%) hanno i favori degli intervistati. Non sorprende quindi che al primo rango figurano i sistemi che si basano su fonti di energia convenzionali e che hanno dimostrato la loro efficacia nel passato, commenta auto-svizzera.

Gli altri sistemi, che sfruttano almeno in parte nuove fonti energetiche, perdono consensi. I motori a scoppio combinati con un motore elettrico sono apprezzati ormai soltanto dal 76% degli interrogati (-12 punti percentuali rispetto al precedente barometro). Risultano in calo di consensi anche i motori elettrici puri (59%, -9 punti percentuali).

"La fase di entusiasmo per i sistemi di propulsione alternativi sembra conclusa, le attese elevate che erano presenti nel precedente rilevamento non sono state (ancora) soddisfatte", spiega il direttore di auto-svizzera Andreas Burgener.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS