Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli svizzeri sono sovrassicurati per tutto, ma non per i loro animali domestici che pure, quando si ammalano o hanno un incidente, vengono a costare parecchio: uno su 10 soltanto è assicurato, rileva Comparis.ch basandosi su un sondaggio tra le compagnie assicurative.

In Svizzera cani e gatti sono amati come membri della famiglia: in base ai dati dell'Ufficio federale di statistica, nel Paese si spendono per gli amici a quattro zampe quasi 1,5 miliardi di franchi all'anno, rileva in una nota diramata oggi il servizio di comparazione online. Una parte di queste spese, oltre 600 milioni se ne vanno per il veterinario e altri servizi. L'animale deve infatti essere vaccinato, sverminato e spesso anche operato.

E "basta poco per trovarsi di fronte a spese di migliaia di franchi", rileva Comparis.ch. Per un cane i costi veterinari per la frattura di una zampa coperti dall'assicurazione animali arrivano a 2700 franchi, quelli per l'ingerimento di un corpo estraneo a 1000-2500 franchi, quelli per la torsione dello stomaco o per la chemioterapia a 3000 franchi.

Tuttavia gli svizzeri, che pure spendono per l'assicurazione di beni materiali circa 15 miliardi di franchi all'anno, con una copertura che è spesso il doppio o addirittura il triplo del necessario, sono incredibilmente parsimoniosi nell'assicurare i loro amici a quattro zampe: "solo una percentuale minima (delle spese assicurative) dell'ordine dei millesimi viene assorbita dall'assicurazione animali", scrive Comparis.ch. E questo sebbene i cani possano essere assicurati già a partire da circa undici franchi al mese e i gatti a partire da circa cinque franchi al mese.

Se alle compagnie che offrono assicurazioni animali si chiede quali siano i motivi per questa parsimonia, queste rispondono che la maggior parte dei proprietari di animali non sa nemmeno dell'esistenza di un'assicurazione per il proprio cane o gatto.

"La maggior parte dei proprietari di animali darebbe qualsiasi cosa per il proprio cane o il proprio gatto. Senza tutela assicurativa un incidente o una malattia può portare ai limiti delle proprie finanze" - rammenta Sabine Östlund di Comparis.ch citata nella nota. Il consiglio dell'esperta è di non aspettare troppo a stipulare un'assicurazione, perché le compagnie assicurative accettano di affiliare solo animali sani e fino a una certa età.

A livello europeo - informa ancora Comparis.ch - si riscontrano talvolta enormi differenze per quanto riguarda l'assicurazione degli animali. In Gran Bretagna è assicurato il 15% di cani e gatti, in Svezia addirittura il 77% dei cani e il 36% dei gatti. "Le differenze sono collegate a fattori culturali. In Svezia assicurare il proprio cane è esattamente ovvio quanto comprare un guinzaglio", spiega Sabine Östlund.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS