Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La tavola da surf di un turista svizzero ha colpito e ferito mortalmente una donna che praticava immersioni lungo la costa dell'isola spagnola di Gran Canaria. Il 41enne non sarà perseguito penalmente, ha comunicato ieri sera un portavoce della polizia locale.

Le indagini e le testimonianze hanno riportato che il turista non ha alcuna colpa, è stato spiegato dalle autorità. Il dramma è avvenuto lunedì in località di Santa Lucía de Tirajana, nel sud-est.

La vittima, una 31enne russa che da anni viveva sull'isola, stava cercando frutti di mare. La chiglia della tavola l'ha colpita al collo mentre si trovava a circa 20 metri dalla costa, ha dichiarato la consigliera comunale responsabile della sicurezza Nieves Garcia all'agenzia efe.

La donna è stata decapitata, morendo sul colpo. Lo svizzero ha subito un esaurimento nervoso ed è stato trasportato in una clinica. Il sindaco Dunia González ha parlato di un "tragico incidente" precisando che al momento della sciagura la malcapitata non utilizzava una boa per segnalare la propria posizione.

Si tratta del primo grave incidente di questo tipo a Santa Lucía, ha aggiunto González. Gli abitanti sono rimasti "profondamente colpiti".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS