BERNA/TRIPOLI - Svolta nella crisi diplomatica tra Berna e Tripoli: Rachid Hamdani, uno dei due svizzeri trattenuti in Libia da oltre 19 mesi, è stato Hamdani si trova ancora a Tripoliautorizzato a lasciare il paese. Il suo compagno di sventura, l'imprenditore Max Göldi, dovrà invece scontare una pena di quattro mesi di carcere per violazione della legge sul soggiorno e l'immigazione.
Fonti giornalistiche hanno indicato che è poi immediatamente ripartito, sempre in auto, in direzione della Tunisia, ma la notizia non ha trovato conferma da parte del Dipartimento federale degli affari esteri. La moglie di Hamdani, Bruna, in dichiarazioni rilasciate alla radio romanda e ticinese, ha anzi detto che suo marito in serata si trovava ancora nella capitale libica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.