Navigation

Swatch: crollano attività, primo semestre in perdita

Primo semestre difficile per Swatch, che però punta su un recupero nella seconda metà del 2020. KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 luglio 2020 - 08:15
(Keystone-ATS)

Il lockdown imposto su scala praticamente mondiale per arginare il coronavirus ha influito pesantemente sul primo semestre di Swatch.

Il leader mondiale dell'orologeria ha subito una perdita di 308 milioni di franchi fra gennaio e giugno, contro l'utile di 415 milioni ottenuto dodici mesi fa.

Pure il fatturato, sceso del 43,3% a 2,20 miliardi, ha accusato un duro colpo, precisa in una nota odierna il gruppo con quartier generale a Bienne (BE). In rosso anche il risultato operativo Ebit (-327 milioni), che invece aveva registrato un guadagno di 547 milioni nello stesso periodo del 2019.

La performance è peggiore delle previsioni formulate dagli analisti contattati dall'agenzia finanziaria AWP. Questi si attendevano numeri negativi - deficit di 250 milioni, vendite per 2,26 miliardi e un Ebit a -307 milioni - ma comunque migliori di quelli annunciati.

Swatch sottolinea che a causa dell'epidemia si è arrivati persino alla chiusura dell'80% dei canali di distribuzione in tutto il mondo. Tuttavia, nei mercati che si sono già messi alle spalle il lockdown, la domanda dei clienti è ora molto elevata.

La società assicura a questo proposito di aver ristabilito la redditività operativa a partire da giugno. La direzione prevede uno scatto nella seconda metà dell'anno, in grado di rimediare al buco del primo semestre.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.