Navigation

Swatch Group: dieci ricorsi contro la Comco

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 luglio 2011 - 16:40
(Keystone-ATS)

I concorrenti di Swatch Group intendono essere riforniti anche in futuro dal leader mondiale dell'orologeria. Hanno così presentato un ricorso contro una decisione della Commissione federale della concorrenza (Comco) che autorizza il gruppo dall'anno prossimo a ridurre determinate forniture di componenti per orologi.

Il gruppo di Bienne non vuole più essere obbligato a fornire movimenti meccanici e altri componenti a produttori concorrenti. L'inchiesta deve appurare se tale rifiuto violi la legge sui cartelli e se esistano fonti alternative.

Per la durata dell'inchiesta la Comco aveva stabilito misure cautelari, a garanzia della continuazione delle consegne dei componenti a ditte terze. L'anno venturo Swatch potrà ridurre all'85% del volume del 2010 le consegne di movimenti meccanici (95% per il resto).

Contro tale misura dieci fabbricanti hanno presentato ricorso presso il Tribunale amministrativo federale (TAF). Una decisione dovrebbe essere presa entro l'autunno, ha detto all'ats Andrea Arcidiacono, responsabile della comunicazione presso il TAF, confermando una notizia pubblicata dal quotidiano romando "Le Temps".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?