Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'apprezzamento del franco ha fortemente pesato su Swatch Group: nel primo semestre dell'anno l'utile netto del gigante dell'orologeria è crollato del 19,4% a 548 milioni rispetto allo stesso periodo del 2014.

Il risultato operativo ha da parte sua subito una contrazione dell'8,3% a 761 milioni di franchi, mentre il fatturato è cresciuto del 2,2% a 4,19 miliardi.

L'utile netto è stato penalizzato dal vigore del franco, dai tassi d'interesse bassi o addirittura negativi e dall'adeguamento di valore di alcune quote detenute in euro al momento dell'abbandono del tasso di cambio minimo franco-euro da parte della Banca nazionale svizzera, precisa Swatch Group in una nota odierna. La decisione della BNS ha squilibrato i prezzi di vendita soprattutto nell'Eurozona rispetto a quelli praticati in Svizzera.

L'apprezzamento del franco ha inciso negativamente sul fatturato - che a tassi di cambio costanti sarebbe salito del 3,6% e in euro perfino del 18,7% - con 56 milioni di franchi. Il margine operativo è sceso di due punti, ma resta a un livello elevato (18,2%). Il gruppo con sede a Bienne (BE) sottolinea comunque che la crescita è accelerata in maggio e giugno.

Il segmento principale, quello degli orologi e dei gioielli, ha registrato una progressione delle vendite del 2% a 4,05 miliardi (+3,4% in valute locali), una performance superiore a quella del mercato elvetico. Il giro d'affari è aumentato nella maggior parte delle regioni, ma non in Corea del Sud (a causa dell'epidemia di Mers) e a Hong Kong (in seguito alla diminuzione dei visitatori).

La divisione dei sistemi elettronici ha dal canto suo generato un fatturato di 156 milioni di franchi (+7,6%) grazie alla vendita di circuiti integrati per i beni di consumo elettronici come cellulari, smartwatch e bracciali che monitorano i parametri vitali.

Gli analisti si mostrano positivamente sorpresi dei risultati presentati oggi, e anche gli investitori premiano il gruppo: in mattinata il titolo guadagna circa il 5% alla Borsa svizzera.

Swatch Group ha intanto continuato a ingaggiare personale. Nel primo semestre sono stati creati oltre 400 nuovi posti di lavoro, 100 dei quali in Svizzera. La società impiegava a fine giugno oltre 36'000 persone.

Nonostante il "dilemma del franco" il gruppo si attende un secondo semestre vigoroso. Le prospettive restano "molto buone" in tutte le regioni e in tutti i segmenti. Nella seconda metà dell'anno è previsto il lancio di nuovi prodotti quali l'orologio "intelligente" Swatch Touch Zero One o lo Swatch NFC (Near Field Communication) come mezzo di pagamento senza contatto.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS