Navigation

Swiss e Lufthansa cancellano tutti voli per la Cina per coronavirus

Non si partirà più verso la Cina. KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 gennaio 2020 - 17:06
(Keystone-ATS)

La compagnia aerea Lufthansa e le sue controllate Swiss e Austrian cancellano i voli da e per la Cina: lo ha indicato il vettore tedesco a Francoforte.

Le tre società seguono l'esempio di British Airways e di altre compagnie, che si sono già mosse nella stessa direzione sulla scia della diffusione del coronavirus.

La misura durerà in un primo tempo sino al 9 febbraio, ha fatto sapere Lufthansa. Per poter recuperare tutti gli equipaggi e passeggeri che si trovano al momento nel paese asiatico tutte le destinazioni verranno servite però ancora una volta. Per motivi operativi le prenotazioni sono inoltre bloccate sino a fine febbraio. Il provvedimento non concerne invece Hong Kong, che continuerà a essere servita.

Oggi su un volo Lufthansa proveniente da Francoforte e diretto a Nanchino vi era anche un passeggero che le autorità cinesi hanno qualificato come caso a rischio, ha indicato la compagnia. L'uomo tossiva e due settimane or sono era stato nella città di Wuhan, centro dell'epidemia. Non è ancora chiaro se si tratta di un infetto. I passeggeri che nell'apparecchio sedevano nelle sei file vicine, come pure l'equipaggio, sono stati sottoposti a controlli, ma non sono emersi problemi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.