Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Per la prima volta dal 2005 Swiss chiude un trimestre nelle cifre rosse: nei primi tre mesi di quest'anno la compagnia aerea registra una perdita operativa di 10 milioni di franchi, a fronte di un utile di 63 milioni nello stesso periodo del 2009. Il fatturato è sceso solo minimamente, dello 0,5% a 1,075 miliardi, ha comunicato oggi il vettore controllato dalla tedesca Lufthansa.
Sui risultati hanno pesato il rafforzamento del franco, il sensibile aumento del prezzo del cherosene e la debolezza dei ricavi medi, spiega Swiss. Dopo un inizio dell'anno difficile gli affari sono migliorati, ma il reddito medio è restato chiaramente al di sotto delle attese.
"I risultati sono comunque conformi alle nostre previsioni. Se abbiamo ancora affrontato venti contrari nel corso dei primi tre mesi, ci attendiamo una ripresa nel corso dell'anno", afferma il presidente della direzione Harry Hohmeister, citato nella nota.
Tra gennaio e marzo Swiss ha trasportato 3,24 milioni di passeggeri, contro 2,95 milioni nel primo trimestre del 2009, pari a un incremento di circa il 10%. Il coefficiente di carico degli aerei si è attestato al 78,3%, 5,1 punti percentuali in più rispetto a un anno prima. Anche il numero dei voli è aumentato (+6,6% a 34'495)

SDA-ATS