Navigation

Swissmem: vigore del franco pesa su commesse

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 agosto 2011 - 11:46
(Keystone-ATS)

La situazione dell'industria meccanica, elettrotecnica e metallurgica si inasprisce: stando all'organizzazione del ramo Swissmem nel secondo trimestre i nuovi ordinativi sono diminuiti. Si tratta del primo calo dopo quindici mesi di crescita.

Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, le commesse in entrata sono scese del 2,6% tra aprile e giugno. Nel primo trimestre 2011 erano ancora salite del 27,3%, ricorda Swissmem in una nota odierna. Complessivamente per i primi sei mesi dell'anno risulta un incremento dell'11,6%.

Grazie agli ordinativi ottenuti nei trimestri precedenti, le vendite sono aumentate del 3,7% nel primo semestre, tuttavia l'organizzazione di categoria ritiene modesto questo incremento. Inoltre il livello pre-crisi non è di gran lunga ancora raggiunto.

Il vigore del franco accresce la pressione sui prezzi d'esportazione: nel solo secondo trimestre essi sono scesi mediamente del 4,9%. I prezzi d'esportazione sono ormai in calo da dieci trimestri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?