Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Swissaid ha organizzato, in collaborazione con Greenpeace, un'azione davanti al Centro dei congressi di Basilea dove si teneva l'assemblea generale di Syngenta. La coppia di giovani sposi, trainata da contadini, è il simbolo del 'matrimonio' tra Syngenta e ChemChina.

KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

L'assemblea generale di Syngenta ha convalidato l'arrivo di nuovi amministratori. Il presidente di ChemChina Ren Jianxin è stato eletto presidente del consiglio di amministrazione (cda).

L'attuale presidente dell'impresa con sede a Basilea, Michel Demaré, conserverà tuttavia una poltrona di vicepresidenza e di presidente del comitato degli amministratori indipendenti, indica il resoconto della riunione pubblicato questa sera.

Anche il responsabile strategico di China National Agrochemical Corporation (CNAC) Chen Hongbo, il suo omologo di National Bluestar Olivier de Clermont-Tonnerre e l'associato dello studio di avvocati Homburger Dieter Gericke entrano a far parte dell'organo di sorveglianza.

Gunnar Brock, Eveline Saupper e Jürg Witmer sono stati rieletti in qualità di amministratori indipendenti. Vinita Bali, Stefan Borgas, Eleni Gabre-Madhin e David Lawrence hanno invece lasciato il loro incarico. Il comunicato precisa che sedici azionisti, che rappresentano oltre il 95% dei voti, hanno accettato l'insieme delle proposte del consiglio di amministrazione.

In occasione dell'ultima assemblea generale del gruppo basilese, Swissaid ha attirato nuovamente l'attenzione sui pericoli dell'estrema concentrazione in corso nel settore dell'agrochimica. "Presto ci saranno solo tre compagnie a controllare il mercato delle semenze e dei pesticidi", ha avvertito, aggiungendo di temere per gli agricoltori dei Paesi più poveri: "diventano più dipendenti dai prezzi imposti da qualche multinazionale", denuncia l'organizzazione preoccupata per lo sviluppo sostenibile.

Per attirare l'attenzione su questi temi, Swissaid ha organizzato, in collaborazione con Greenpeace, un'azione davanti al Centro dei congressi di Basilea dove si teneva l'assemblea generale di Syngenta. Su un carro tirato da contadini del mondo intero vi era una coppia di giovani sposi, simbolo del matrimonio tra Syngenta e ChemChina.

Lo scorso maggio le due imprese hanno ottenuto il via libera alla loro fusione da parte delle autorità della concorrenza dei loro principali mercati. ChemChina ha acquisito il 94,7% delle azioni del gruppo Syngenta per 43 miliardi di dollari.

SDA-ATS